Codici a contenuto variabile (bilance)

Print Friendly, PDF & Email

I codici a contenuto variabile contengono non solo il codice del prodotto, come succede normalmente, ma anche altri dati come il prezzo o la quantità.

Il codice deve essere composto da una precisa sequenza di caratteri:

Cifra (0…9): numero fisso che Bman si aspetta di trovare
A: Cifra del codice prodotto
P: Cifra del prezzo
Q: Cifra della quantità
q: Cifra della quantità (decimali)
X: Carattere di controllo (generato dalle bilance in caso di utilizzo del formato EAN13 o EAN8)

Di solito per questi codici i utilizza la cifra 2 come carattere iniziale per identificarli, vediamo qualche esempio per capire meglio il loro utilizzo:

200AAAAPPPPPX

  • i primi 3 caratteri sono sempre “200”
  • AAAA è il codice del prodotto
  • PPPPP è il prezzo
  • X è un carattere di controllo che verrà generato dalle bilance automaticamente e non influisce sull’utilizzo di Bman

Quindi utilizzando questo formato, se troviamo il codice “2000112010100” Bman identificherà la sequenza

200 – 0112 – 01010 – 0

dove:

  • 0112 è il codice prodotto
  • 10,10 € è il prezzo del prodotto

 

 

200AAAAQQQQQX

  • i primi 3 caratteri sono sempre “200”
  • AAAA è il codice del prodotto
  • QQQQQ è la quantità
  • X è un carattere di controllo che verrà generato dalle bilance automaticamente e non influisce sull’utilizzo di Bman

Quindi utilizzando questo formato, se troviamo il codice “2000112010100” (stesso codice dell’esempio precedente) Bman identificherà la sequenza

200 – 0112 – 01010 – 1

dove:

  • 0112 è il codice prodotto
  • 1010 è la quantità del prodotto

 

 

200AAAAQQqqqX

  • i primi 3 caratteri sono sempre “200”
  • AAAA è il codice del prodotto
  • QQ sono le cifre intere della quantità
  • qqq sono le cifre decimali della quantità
  • X è un carattere di controllo che verrà generato dalle bilance automaticamente e non influisce sull’utilizzo di Bman

Quindi utilizzando questo formato, se troviamo il codice “2000112010100” (stesso codice dell’esempio precedente) Bman identificherà la sequenza

200 – 0112 – 01 – 010 – 1

dove:

  • 0012 è il codice prodotto
  • 1,010 è la quantità del prodotto

 

 

2AAAAPPPPQqqX

  • il primo carattere è sempre “2”
  • AAAA è il codice del prodotto
  • PPPP è il prezzo
  • Q è la cifra intera della quantità
  • qq sono le cifre decimali della quantità
  • X è un carattere di controllo che verrà generato dalle bilance automaticamente e non influisce sull’utilizzo di Bman

Quindi utilizzando questo formato, se troviamo il codice “2000112010100” (stesso codice dell’esempio precedente) Bman identificherà la sequenza

2 – 0001 – 1201 – 0 – 10 – 0

dove:

  • 0001 è il codice prodotto
  • 12,01 € è il prezzo del prodotto
  • 0,10 è la quantità del prodotto